La Lega

REGOLA 3: LA LEGA

  1. Una FantaLega debitamente costituita è composta da otto società.

    Nota Ufficiale della FFC

    Con l’allargamento della Serie A, portata dalla stagione 2003/2004 a 20 squadre (per 38 giornate complessive), la Lega da otto rimane la soluzione ideale se tenete in seria considerazione la Coppa. Diversamente potete già cominciare a fare un pensierino all’aggiunta di due partecipanti, per formare una lega da dieci squadre. Quest’ultima soluzione, infatti, sarebbe sicuramente più adatta per quel che riguarda la distribuzione dei giocatori, ma crea non pochi problemi di calendario. La struttura canonica di un campionato di Fantacalcio prevede la disputa di due gironi d’andata e due di ritorno, per un totale di 28 partite in una lega da otto, che diventerebbero 36 in una lega da dieci. In pratica, non ci sarebbe più spazio per la Coppa di Lega, a meno di non volerla sovrapporre al campionato (giocando in alcune giornate sia l’uno che l’altra). Non è il massimo, ma se siete disposti ad accettare tale distorsione, nulla osta. Diversamente si potrebbero studiare formule più complicate o meno realistiche, come quella che prevede la restrizione del campionato in 3 gironi, uno dei quali in campo neutro, per un totale di 27 giornate (molto vicino alle attuali 28), oppure la disputa di un solo girone d’andata e uno di ritorno (18 partite) con successivi playoff, playout e chissà che altro (largo alla fantasia…). Il problema della Coppa comunque non verrebbe eliminato del tutto, visto che, pur in presenza di un numero sufficiente di giornate libere, con 10 squadre al via non sarebbe più possibile la consueta formula ad eliminazione diretta fin dal primo turno e, anche qui, bisognerebbe inventarsi qualcosa. Ne vale la pena? A nostro avviso no, tutto sommato. Con otto squadre si può mantenere il campionato così com’è (28 giornate), riservarne 6 alla Coppa (quarti, semifinali e finale sempre con gare di andata e ritorno) e una o due alla Supercoppa tra le vincitrici delle due manifestazioni (in partita secca o ancora a doppio confronto). Così verrebbero utilizzate 35 o 36 giornate sulle 38 disponibili, lasciandone almeno due libere per spareggi o qualsiasi altra evenienza.

  2. Ciascuna Lega è governata dall’Assemblea di Lega, formata da tutti gli allenatori.
  3. L’Assemblea di Lega può designare tanti responsabili quanti ne ritiene necessario, ma il responsabile effettivamente necessario è uno solo: il Presidente di Lega.
  4. I compiti del Presidente di Lega sono:
    a. Coordinamento delle operazioni dell’Asta iniziale;
    b. Registrazione delle operazioni di Mercato Libero;
    c. Registrazione dei trasferimenti nati da trattative tra squadre;
    d. Acquisizione delle liste di vincolo;
    e. Composizione del calendario;
    f. Registrazione settimanale delle formazioni;
    g. Calcolo dei risultati finali delle partite;
    h.Composizione delle classifiche.

    Nota Ufficiale della FFC
    Il ruolo del Presidente di Lega può anche essere coperto da più persone che si divideranno i compiti.
  5. L’Assemblea di Lega designerà inoltre un Comitato Esecutivo composto da tre allenatori (tra cui il Presidente di Lega), il quale ha l’autorità di interpretare le regole e occuparsi degli affari straordinari della Lega. Tutte le decisioni e le interpretazioni del Comitato Esecutivo sono soggette al veto dell’Assemblea Generale, la quale può approvarle o bocciarle con voto a maggioranza semplice (ovvero metà più uno).
  6. Le modifiche alle regole sono stabilite dall’Assemblea di Lega con voto a maggioranza semplice.
  7. Le riunioni ufficiali di Lega sono due:
    a. Asta iniziale e Assemblea di Lega pre-Campionato;
    b.
    Galà e Assemblea di Lega post-Campionato.

    Nota Ufficiale della FFC
    Il Galà post-Campionato consiste in una cena con premiazione dell’allenatore che ha conquistato lo ‘scudetto’ e sberleffo degli allenatori delle squadre retrocesse. Gli allenatori che non presenzieranno al Galà saranno mandati ad allenare in Serie B.
  8. Le società hanno l’obbligo di portare a termine le manifestazioni alle quali si iscrivono.
  9. Nel caso una società si ritiri dal campionato o da un’altra manifestazione ufficiale di Lega, tutte le gare in precedenza disputate non hanno valore ai fini della classifica, che viene formata senza tener conto dei risultati delle gare della società rinunciataria.I giocatori appartenenti alla rosa della fantasquadra ritirata saranno “congelati” fino a fine stagione e non saranno quindi disponibili per le squadre rimaste in gioco fino all’asta della stagione successiva.
    Nota Ufficiale della FFC
    Sembrerà ingiusto annullare tutte le partite disputate, soprattutto a quei fantallenatori che avevano vinto in precedenza il confronto diretto. D’altronde, questa è la soluzione adottata dalla F.I.G.C. e noi non abbiamo fatto altro che adeguarci.
  10. Nel caso un allenatore intenda sporgere reclamo al Presidente di Lega, al fine di contestare l’esito di un incontro e chiedere che esso venga ricalcolato sulla base di supposti errori o irregolarità, ci si dovrà attenere alle seguenti disposizioni:
    a. I reclami dovranno pervenire al Presidente di Lega entro e non oltre il giovedì precedente la giornata di campionato successiva alla gara in questione.
    b.
    Non potranno essere presi in considerazione ricorsi basati su presunti errori tecnici commessi da arbitri, guardalinee o altri ufficiali di gara.
    c. Dovranno invece essere accolti ricorsi basati su correzioni o rettifiche pubblicate dallo stesso Q.U. (o, eventualmente, dal quotidiano di riserva), purché proposti entro i limiti di tempo di cui sopra.
    d.Lo stesso Presidente di Lega ha la facoltà di intervenire d’ufficio, modificando il risultato di una partita, qualora si accorga di eventuali errori commessi nel calcolo dei risultati. La modifica d’ufficio segue le stesse tempistiche previste al precedente punto a. Non sarà in ogni caso possibile intervenire retroattivamente sul risultato di una partita dopo il giovedì precedente la giornata di campionato successiva.

    Nota Ufficiale della FFC
    I giorni validi per eventuali reclami sono: il martedì, quando i quotidiani pubblicano eventuali rettifiche, e i mercoledì, quando viene pubblicata la lista degli squalificati (dalla quale si può risalire agli ammoniti ufficiali se si è tenuto conto nel corso del campionato dei cartellini gialli comminati ai vari calciatori). Chi ha Internet può consultare il sito della Lega Calcio (www.lega-calcio.it) contenente i comunicati ufficiali della Lega, oppure le pagine del sito della FFC all’indirizzo www.fantacalcio.it.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *